Befana corteo 2007

impariamo la voga alla veneta

 

sicurezza

La voga alla veneta non è pericolosa, ma lo è senz’altro di piú che rimanere a casa seduti nella nostra poltrona preferita. Di seguito un elenco di pericoli piccoli e grandi e il modo per evitarli. Le indicazioni di sicurezza e di comportamento a bordo devono essere rispettati.

Grandi pericoli sono fortunatamente molto rari: collisione con un battello a motore, capovolgimento della barca in seguito a un temporale, caduta in acqua.

I battelli a motore devono usare percorsi (o canali) predefiniti. Attraversandoli a remi dovremo fare particolarmente attenzione.
Il vento, particolarmente quello di "Scirocco“, puó capovolgere barche leggere. In queste condizioni metereologiche i corsi non hanno luogo. Se il vento si alza dopo che un corso è giá iniziato, verrá sospeso calcolando frazioni di 15min.
Le cadute fuori bordo sono rare ma possibili. Anche in questi casi non esistono rischi particolari (prescindendo da una spiacevole sensazione di... umido). Le zone di voga sono molto tranquille e i canali profondi vengono attraversati per brevissimi momenti. A bordo, comunque, sono presenti giubbotti di salvataggio.


I pericoli minori sono i piú frequenti: scottature da esposizione al sole, irritazioni e piccole ferite nella parte interna delle mani, dolori muscolari, macchie di grasso sui vestiti.

Sul mare e in estate è molto piú facile procurarsi delle ustioni. Creme solari e un abbigliamento appropriato sono la giusta difesa.
In una barca leggera e agile come la mascareta si puó all’inizio perdere di tanto in tanto l’equilibrio, andando ad urtare sopratutto con le gambe sulle fiancate della barca. Un paio di lividi non presentano nulla di eccezionale o particolarmente grave (ma tutti i veri pirati di mare ce l’hanno...). Il modo migliore per evitarli è quello di muoversi sempre con cautela e ascoltare i consigli dell’allenatore, sopratutto all’inizio del corso.
Anche le vesciche alle mani sono possibile ma riducibili se il remo viene impugnato secondo le indicazioni date. Lo stesso dicasi per dolori muscolari alle spalle e alle gambe; informate subito l’allenatore che provvederá a correggere un probabile errore nella posizione del corpo.
Dolori al portafoglio! Se volete evitarli, lasciate a casa indumenti firmati; sporco e macchie di grasso sono in una barca sempre in agguato.....
Non si risponde di eventuali danni in tal senso.

Consiglio! Portare a bordo solo lo stretto indispensabile e sopratutto nessun oggetto di valore o elettronico (per i cellulari esistono sacchetti di plastica speciali a tenuta stagna, ma difficilmente reperibili in cittá)

Andreas vor San Biagio 2